Un dispositivo di filtraggio e raccolta, che seleziona la microplastica, utilizzando proprio il sistema di ricircolo dell’acqua di raffreddamento. Questa l’innovazione di Suzuki per combattere l’inquinamento da plastica che sta soffocando i mari. Suzuki Micro-Plastic Collector, è il nome del dispositivo sviluppato dagli ingegneri Suzuki che si sono concentrati sulla struttura del fuoribordo. Quando è in funzione il fuoribordo aspira e rimette in mare tonnellate di acqua; attraverso Suzuki Micro-Plastic Collector le microplastiche disciolte in mare possono essere raccolte, semplicemente utilizzando la propria barca con il motore Suzuki.

Suzuki Micro-Plastic Collector può essere installato facilmente e non influisce sulle prestazioni del motore poiché impiega solo l’acqua che è già stata utilizzata per raffreddare il motore. Suzuki conta di introdurre Suzuki Micro-Plastic Collector come optional sui propri fuoribordo a partire dal 2021 e successivamente di renderlo disponibile come tecnologia standard per la propria gamma.

Suzuki Micro-Plastic Collector è una delle iniziative del Suzuki Clean Ocean Project che riunisce le campagne ambientali per la pulizia di oceani, fiumi e laghi messe in atto da dieci anni da Suzuki e che vede impegnato  tutto il personale delle filiali Suzuki nel mondo. Altre iniziative interessano la riduzione degli imballaggi in plastica, la realizzazione di sedi di lavoro eco- friendly, e in generale la promozione a tutti i livelli degli obiettivi del Suzuki Clean Ocean Project per risolvere i problemi sociali elencati negli SDG (Sustainable Development Goals). Un impegno sintetizzato dal pay-off del marchio Suzuki, “The Ultimate Outboard”, ossia la volontà di produrre i migliori fuoribordo disponibili sul mercato, non solo dal punto di vista delle performance, ma anche sotto l’aspetto ambientale.

marine.suzuki.it