OGGI A VIAREGGIO LA CONVENTION ANNUALE SATEC. GLI ASSOCIATI DI CONFINDUSTRIA NAUTICA A CONFRONTO CON ISTITUZIONI, STAMPA E OPINION LEADER

APPROVATO IL BILANCIO CONSUNTIVO PER L’ESERCIZIO 2021: UN’ASSOCIAZIONE SOLIDA E IN CRESCITA COME IL SETTORE DELLA NAUTICA CHE SFIORA LA SOGLIA DEI 6 MILIARDI DI EURO DI FATTURATO NEL 2021

I PROGETTI CHE GUARDANO AL FUTURO: SOSTENIBILITA’, INNOVAZIONE, SOSTEGNO AL MADE IN ITALY, IL NUOVO SALONE NAUTICO INTERNAZIONALE 

 

Aperta oggi a Viareggio, presso il Principino Eventi, la Convention SATEC di Confindustria Nautica, momento annuale di incontro delle aziende associate e importante occasione di confronto per gli imprenditori e gli operatori del settore, le istituzioni e la stampa.

Nel corso dell’Assemblea privata dei Soci, il Presidente Saverio Cecchi ha confermato con orgoglio “anche nel 2021 una crescita dell’Associazione che si è accompagnata a una crescita del settore reattiva e solida, con positive prospettive anche per l’anno nautico in corso. E non è poco, dati gli scenari economico-politici che stiamo attraversando”.

L’Ufficio Studi ha presentato i risultati di un’indagine effettuata su un campione significativo di aziende associate in merito all’approvvigionamento di materie prime e componenti e alle conseguenze su produzione e consegne.

Rispetto all’indagine precedente, si evidenzia che i tempi di consegna delle materie prime dai principali fornitori nel 2021 siano stati più lunghi dei valori standard, ma si siano stabilizzati negli ultimi mesi: 24% fino a 4 settimane, 39% (rispetto a un precedente 45%) tra 5 e 8 settimane, 13% tra 9 e 15 settimane, 17% tra 16 e 30 settimane, 7% su 30 settimane. Questo ha comportato la necessità di un’adeguata programmazione degli ordini di materie prime e componenti ai fornitori. Per il 92% del campione, molti fornitori di materie prime e componenti hanno aumentato i listini rispetto all’anno precedente.
È stato, inoltre, chiesto alle aziende se vi sia stato un impatto sugli ordinativi a seguito delle sanzioni europee imposte alla Russia: il 60% delle aziende ha risposto di no, il 32% ha risposto affermativamente ma con un impatto poco significativo, l’8% ha dichiarato che l’impatto è stato significativo.

Il Presidente Cecchi ha poi ringraziato i Vice Presidenti – Maurizio Balducci, Andrea Razeto, Piero Formenti e Alessandro Gianneschi – per i progetti che hanno seguito con infaticabile competenza e passione. Dal supporto alle attività istituzionali su temi cruciali per il settore – garanzie sui lavori di refitting per unità estere, esame patente nautica, credito d’imposta per il mezzogiorno, leasing, Altomare, 8bis e dotazioni di bordo, visti marittimi extra UE, locazione e noleggio natanti, concessioni demaniali -, alla promozione del Salone Nautico Internazionale di Genova, all’attiva partecipazione al Progetto Mare di Confindustria che accoglie le strategie e le proposte del sistema rivolte all’eccellenza del made in Italy.
E ancora, la rete di patrocini promossi dall’Associazione a sostegno delle iniziative locali di valore per il comparto e il coordinamento della promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane.

L’Assemblea dei Soci è stata, inoltre, l’occasione per un aggiornamento sulla 62ª edizione del Salone nautico internazionale che si terrà a Genova dal 22 al 27 settembre prossimi. In particolare, prosegue il percorso che nel 2023 consegnerà al Salone Nautico un’area riqualificata e di livello internazionale: “Road to 2023” porterà alla realizzazione del nuovo Salone Nautico, grazie ai lavori del nuovo Waterfront di Levante di Genova, che offrirà all’evento un layout spettacolare, funzionale e scenografico, imprimendo ulteriore impulso e forza alla manifestazione a conferma della sua centralità.

L’Assemblea si è chiusa con l’approvazione del Bilancio consuntivo per l’esercizio 2021 di Confindustria Nautica. Il bilancio – ha concluso il Direttore Generale Marina Stella – riflette tutti questi progetti e investimenti e registra risultati positivi, con un costante rafforzamento della posizione economica e finanziaria della nostra Associazione”.

 

Viareggio, 20 maggio 2022