Usare il legno come materiale di costruzione realmente alternativo alla “plastica”. È la filosofia di Nabys, la nuova realtà della cantieristica italiana che ha sede a Signa, a due passi da Firenze. Nabys nasce dalla passione di un gruppo di armatori, Massimo Sabatini, Marco Margheri e Alessandro Degli Innocenti, che hanno voluto pensare un cantiere che costruisse barche per chi le deve usare. Con Mentor Shimaj, co-fondatore del Cantiere dopo dieci anni di esperienza in Vismara Marine, alla guida della produzione Nabys  prende il via con due modelli: il Nab 10 FC e il Nab 12.50 RS.

Lungo 9,90 metri il Nab 10 FC nasce dalla collaborazione di Antonio Cataldi con l’architetto Massimo Sabatini e il team Vismara. È realizzato in compensato di okumé coperto di fogli di rovere con un rivestimento finale in fibra di lino e resina epossidica. Il risultato è una delle prime barche realmente a bassissimo impatto sia per la costruzione sia per il finevita. Grazie alla flessibilità del progetto gli interni sono personalizzabili con la possibilità di scegliere tra varie soluzioni di numero e disposizione delle cabine.

Il Nab 12.50 RS, anche questo progetto Vismara Massimo Sabatini, è una barca da crociera veloce. Costruzione come per il Nab, 10 FC in legno e finitura in tela di lino e resina epossidica ecologica. Per gli interni, due cabine doppie, living con cucina e grande cabina di prua. Il varo del primo esemplare di Nab 12.50 RS è previsto a fine primavera 2021.

www.nabys.it