Si chiama Attitude il sesto esemplare della serie OTAM 80HT che il cantiere genovese OTAM ha consegnato al suo armatore. Per il cantiere OTAM, nato nel 1954 come Organizzazione Tigullio Assistenza Motoscafi, si tratta del primo varo dopo il lockdown e un’ulteriore conferma del progetto del suo OTAM 80HT.

Lungo 25,50 metri e con un baglio massimo di 6,05 metri, l’OTAM 80HT Attitude si distingue dagli altri OTAM 80HT per la zona di prua completamente ridisegnata su richiesta dall’armatore e che comprende un grande prendisole e un tavolo regolabile in altezza così da ottimizzare la fruibilità di questo spazio all’aria aperta. Uno spazio che, sommato a quello in pozzetto, porta a raddoppiare rispetto agli altri OTAM 80HT la superficie open air disponibile a bordo. Per gli interni Attitude offre quattro cabine con la suite armatoriale a tutto baglio a centro barca, una Vip e una doppia per gli ospiti, oltre a una un’ulteriore cabina equipaggio.

Attitude, che durante le prove in mare ha raggiunto i 50 nodi, ben oltre i 47 nodi previsti da contratto, è motorizzato con due  MTU da 2600 Cv ciascuno accoppiati a trasmissioni di superficie Arneson ed eliche OTAM – Rolla a 6 pale. Performance di assoluto rilievo che si abbinano ad alti livelli di comfort acustico: nella suite armatoriale invece dei previsti 45dB sono stati registrati 42dB.

www.otam.it

www.mtu-solutions.com

www.twindisc.it

www.rolla-propellers.ch