Legno, carbonio e un progetto assolutamente green. Tutto questo riassunto nel nuovo Heritage 9.9, che lo storico cantiere Castagnola di Lavagna, fondato nel 1974 dal maestro d’ascia Giovanni Castagnola, presenta al 61° Salone Nautico.

Day cruiser e chase boat nato da un’idea di Gabriele Maestri, nipote di Giovanni Castagnola e sviluppato dallo studio Nauta Design di Mario Pedol e Massimo Gino e, per l’ingegneria navale dallo studio Names di Francesco Rogantin, l’Heritage 9.9 è costruito con la tecnica dello strip-planking. Un tecnica che consiste nell’applicare sullo scafo in legno un sottile strato di fibra di carbonio e resina epossidica. Un procedimento, ideato e brevettato dallo stesso Maestri che va sotto il nome di Wood in Tech Skin.

Lungo 10,51 metri fuori tutto e 9,90 metri di scafo, l’Heritage 9.9 è però anche al centro di un progetto che sarà svelato al 61° Salone Nautico. Un progetto che nasce dalla collaborazione di Castagnola con Punch Hydrocell, ramo di Punch Torino, azienda specializzata nelle applicazioni innovative con base idrogeno e che in occasione del Salone Nautico vedrà la presentazione del concept del nuovo Heritage 9.9 Hydro.

 

www.castagnolayacht.it

 

61° Salone Nautico –Marina P.le Scoperto motori – Stand YB11