Quaranta metri di lunghezza per 8,60 di larghezza ma soprattutto un nuovo concetto di explorer yacht. È Aurelia, primo esemplare della gamma Flexplorer varato dal Cantiere delle Marche. Con l’exterior design di Sergio Cutolo/Hydro Tec e interni di Francesco Paszkowski Design il nuovo Flexplorer racchiude una serie di innovative soluzioni tecniche con la grande gru A-frame realizzata in fibra di carbonio per la movimentazione del tender.

Altro elemento distintivo di Aurelia le lunghe porzioni di impavesata che possono essere aperte sul mare ampliando così la superficie utile del pozzetto e aumentando di ben 7 metri la larghezza del ponte di poppa. Questa operazione permette anche di cerare un beach club di oltre 115 metri quadrati di superficie.

Alle grandi superfici esterne il nuovo Flexplorer di Cantiere delle Marche abbina ampi spazi abitabili. L’organizzazione degli interni prevede la suite armatoriale sul main deck mentre il ponte inferiore due cabine Vip e una doppia. Gli alloggi dell’equipaggio possono ospitare sei persone. Non manca una grande palestra e pure una cantina che si sviluppa ponte principale e superiore.

Per Vasco Bompensiere, co-fondatore e direttore sales & marketing di CdM: “Questo progetto rappresenta una svolta, e non solo per il nostro cantiere.  Anche in questo caso Cantiere delle Marche dimostra di essere un creatore di tendenze e di meritare in pieno la posizione di leader mondiale nel settore degli explorer yacht”.

Aurelia, il Flexplorer di Cantiere delle Marche motorizzato con una coppia di Caterpillar C32 da 746 kW raggiunge una velocità massima di 14 nodi con l’autonomia di oltre 5.000 miglia a 10 nodi.

www.cantieredellemarche.it