CONFIDUSTRIA NAUTICA: LA NAUTICA DA DIPORTO ITALIANA PROTAGONISTA DELLE CELEBRAZIONI DELLA GIORNATA DEL MADE IN ITALY

CONFIDUSTRIA NAUTICA: LA NAUTICA DA DIPORTO ITALIANA PROTAGONISTA DELLE CELEBRAZIONI DELLA GIORNATA DEL MADE IN ITALY

CONFINDUSTRIA NAUTICA: LA NAUTICA DA DIPORTO ITALIANA PROTAGONISTA DELLE CELEBRAZIONI DELLA GIORNATA DEL MADE IN ITALY PROMOSSA DAL MIMIT

UN FITTO PROGRAMMA DI APPUNTAMENTI SUL TERRITORIO PER VALORIZZARE L’ECCELLENZA DELLA PRODUZIONE DELLA FILIERA NAUTICA NAZIONALE, LEADER MONDIALE ASSOLUTA E REGINA DELL’EXPORT.


Dopo le celebrazioni della Giornata del Mare nelle scuole della scorsa settimana, Confindustria Nautica sarà protagonista della Giornata Nazionale del Made in Italy, istituita il 15 aprile e promossa dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy, con molti appuntamenti organizzati per valorizzare l’eccellenza della produzione della filiera nautica nazionale.

L’industria nautica da diporto rappresenta un’eccellenza indiscussa del Made in Italy, che trasmette nel mondo tutto il valore dell’ingegno italiano. Le imprese italiane del settore vantano la leadership assoluta nella produzione di superyacht, con oltre il 50% del Global Order Book mondiale, nei battelli pneumatici e nella componentistica.

La classifica dei prodotti manifatturieri per crescita export, calcolata dagli inizi del nuovo millennio tra 2000 e 2022, vede la nautica da diporto al 6° posto, con un +298% e il 2023 ha segnato i record assoluti di fatturato, occupati ed esportazioni.

“Nel ringraziare gli imprenditori che hanno creduto nella loro azione. Oggi celebriamo il lavoro, l’impresa e il prodotto italiano. Non solo in settori storici, come l’agro-alimentare e la moda, ma innovativi come lo spazio, la cantieristica e la nautica da diporto.” Così il ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, in occasione dell’apertura ufficiale della Giornata del Made in Italy, presso il MIMIT.

“Ringrazio il ministro per l’esplicito citazione, fra tanti, del nostro settore, che negli ultimi vent’anni ha compiuto un lavoro e ha raggiunto risultati straordinari” ha commentato Saverio Cecchi, Presidente Confindustria Nautica. “Il Made in Italy nautico è simbolo di prestigio e qualità e continua a conquistare il mondo intero. La combinazione di artigianalità, design innovativo e avanguardia tecnologica, rappresenta un patrimonio unico che va oltre la produzione di imbarcazioni e che trasmette bellezza, qualità e innovazione. Le nostre imbarcazioni sono anche un contenitore e un veicolo di promozione delle altre eccellenze del Made in Italy come l’interior design, il legno-arredo, il tessile, l’illuminotecnica e le soluzioni tecnologiche”.

La collaborazione tra settore nautico e arredo sarà oggetto del Talk “Nautica e design: le influenze positive del Made in Italy” organizzato martedì 16 aprile dal Salone del Mobile.Milano, in collaborazione con il Salone Nautico Internazionale di Genova, nell’ambito delle tavole rotonde della manifestazione e punto di riferimento per l’arredo e il design. Un dibattito tra progettisti e aziende per capire come il ruolo del design stia diventando sempre più cruciale nello sviluppo dell’industria nautica.

Il Salone del Mobile.Milano e il Salone Nautico Internazionale di Genova sono due eccellenze riconosciute del Made in Italy. Attraverso i due eventi i settori della nautica e del design si sono affacciati sui mercati mondiali, e hanno condiviso un percorso proiettato di individuazione con l’obiettivo di accompagnare la riduzione dell’impatto ambientale insieme a progettualità che consentano di ridurre le distanze tra spazi interni ed esterni e di valorizzare il contatto con il mare. Il connubio tra arredo e nautica è sempre più forte e si consolida ulteriormente nella rinnovata partnership in occasione della quinta edizione del Design Innovation Award, che per il secondo anno consecutivo vedrà Maria Porro Presidente di Giuria” dichiara Marina Stella, Direttore Generale di Confindustria Nautica.

Dal legame tra nautica e design, il focus si sposta, mercoledì 17 aprile, sulle nuove figure professionali e la formazione a sostegno dell’eccellenza del Made in Italy. Alle ore 10:00, presso la Sala Stampa della Camera dei Deputati a Roma, Confindustria Nautica mette a confronto Istituzioni e filiera produttiva sulle nuove sfide dell’industria nautica da diporto nell’ambito della tavola rotonda “Nautica da diporto: eccellenza produttiva, figure professionali e nuovi fabbisogni“.

Tra gli appuntamenti inseriti nel calendario degli eventi realizzati nell’ambito della prima edizione della Giornata Nazionale del Made in Italy, Confindustria Nautica e Confindustria La Spezia, con il contributo dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale, organizzano l’evento: “MADE IN ITALY – Storie di Mare di ieri e di oggi. Racconti di persone, Creatività e Ingegno” in programma a La Spezia, il 16 aprile dalle ore 9:00, all’Auditorium “Giorgio S. Bucchioni” dell’AdSPmlo. L’appuntamento, sarà un’occasione per ripercorrere lo storico legame fra economia e mare e per raccontare il prossimo futuro caratterizzato da grandi investimenti in nuove tecnologie e ricerca.

La settimana di celebrazione del Made in Italy e dell’eccellenza dell’industria nautica da diporto italiana si chiuderà con la Missione di incoming per la stampa estera, in programma dal 17 al 19 aprile, organizzata da Confindustria Nautica, con il patrocinio di ICE Agenzia, presso uno dei principali distretti della cantieristica nautica, il polo produttivo dell’Emilia Romagna e delle Marche.

Il programma completo degli eventi di Confindustria Nautica per la Giornata del Made in Italy:

https://confindustrianautica.net/mare-in-italy-2024

Antonini Navi speaker al Boat Show di Haikou

Antonini Navi speaker al Boat Show di Haikou

Antonini Navi è stata invitata in qualità di speaker al Boat Show che si svolge durante il China International Consumer Products Expo in programma dal 13 al 18 aprile ad Haikou, capitale della provincia cinese di Hainan.

Nel suo intervento Walter Antonini, Business Development & Marketing Manager di Antonini Navi, tratterrà delle opportunità di investimento dei cantieri nautici e degli operatori dello yachting nella provincia di Hainan, la più vicina a Macao e Hong Kong oltre a illustrare l’area nautica del Golfo di La Spezia e del Miglio Blu, il distretto nautico di cui Antonini Navi fa parte.

La partecipazione a questo boat show permette ad Antonini Navi di comprendere meglio esigenze e desideri del mercato e della cultura cinese per molti aspetti differenti da quelli occidentali e rientra nella filosofia costruttiva del cantiere volta alla realizzazione di yacht Custom”, spiega Walter Antonini. “In Cina è fondamentale sviluppare un solido guanxi (), che nella società cinese si riferisce a una rete di relazioni profonde con la cultura locale e con figure chiave del governo”.

www.antonininavi.com

DOMANI LA GIORNATA DEL MARE NELLE SCUOLE

DOMANI LA GIORNATA DEL MARE NELLE SCUOLE

CECCHI: GRAZIE A UN’INIZIATIVA DELL’INDUSTRIA, OGGI E’ PATRIMONIO DI TUTTI.

La settimana dedicata al mare ha il suo culmine domani, 11 aprile, con la Giornata del Mare nelle Scuole, fortemente voluta e ottenuta da Confindustria Nautica e – non a caso – inserita nella riforma legislativa del Codice della Nautica da diporto del 2018.

La cantieristica da diporto è uno dei pochi settori industriali nei quali l’Italia  è  leader  mondiale assoluta, con il 50% degli ordini mondiali di superyacht. Solo l’occhialeria ci precede, con un 80%, e siamo davanti alla pasta. Siamo anche leader nella produzione di battelli pneumatici e nell’accessoristica e componentistica. Se consideriamo tutto il settore della produzione cantieristica, siamo al 7° posto assoluto per le quote sulle esportazioni mondiali (ICE).

Gli  oltre 21.000 addetti diretti della produzione italiana generano un export di 3,4 miliardi di euro e sono il motore di una filiera che nel quinquennio – inclusi i due anni di pandemia –  è passata da 160.000 a 200.000 occupati. La classifica dei prodotti manifatturieri per crescita export, calcolata dagli inizi del nuovo millennio tra 2000 e 2022, vede la nautica da diporto al 6° posto, con un +298%

Questi numeri parlano da sé e spiegano il ruolo trainante del nostro settore. Per questo, anche quest’anno, abbiamo realizzato un video per le scuole Medie e Superiori, volto a diffondere tra gli studenti la conoscenza delle grandi opportunità professionali qualificate che il settore offre.

Rispetto alla prima edizione del 2018, celebrata a Viareggio-Spezia, primo distretto mondiale della Nautica, oggi la Giornata del Mare è un patrimonio condiviso da Istituzioni, Corpi militari, Associazioni datoriali del cluster del mare, Federazioni sportive e Scuole nautiche” – commenta il Presidente di Confindustria Nautica, Saverio Cecchi – “un valore comune, finalmente entrato nel dibattito politico, pubblico, della comunicazione”.

E’ per me anche l’occasione questa per ringraziare il ministro delle Politiche del Mare, Nello Musumeci, per l’inclusione di Confindustria Nautica nel panel dei 10 Esperti del CIPOM e l’affidamento al nostro Responsabile Rapporti istituzionali, Dott. Roberto Neglia, della leadership della Direttrice “Turismi del mare”, che ricomprende, nautica da diporto, portualità turistica, turismo sportivo e balneare, competitività fiscale, semplificazione normativa, formazione, promozione e internazionalizzazione”, conclude Cecchi. “La struttura, il know how dell’Associazione e i dati statistici dell’Ufficio Studi di Confindusstria Nautica sono disposizione di tutti gli stakeholder e gli interessati per portare avanti le istanze comuni di una crescita sostenibile”.

Promuovere la formazione dei giovani, sviluppare il turismo nautico, riqualificare le infrastrutture della portualità, tutelare il patrimonio cantieristico nazionale, sostenere l’innovazione e il contenimento delle emissioni in una logica di neutralità tecnologica, la competitività della bandiera italiana e la semplificazione amministrativa e la tutela ambientale sono gli obiettivi che Confindustria Nautica intende portare avanti con una forte attenzione alle nuove generazioni.

Ecco il Riva El-Iseo, primo full electric di Riva

Ecco il Riva El-Iseo, primo full electric di Riva

Riva inaugura il nuovo segmento E-Luxury, con il Riva El-Iseo, il primo motoscafo full electric del Cantiere che nel 2022 ha festeggiato i 180 anni dalla nascita.

Riva El-Iseo non è solo il motoscafo a propulsione completamente elettrica più bello del mondo, è anche la dimostrazione che gli investimenti in Ricerca e Sviluppo aprono nuove rotte alla sostenibilità e all’attenzione all’ambiente” ha dichiarato l’avvocato Alberto Galassi, CEO di Ferretti Group.

Il Riva El-Iseo, runabout di 8,40 metri di lunghezza per un baglio massimo di 2,5 metri, porta la firma di Mauro Micheli e Sergio Beretta, fondatori di Officina Italiana Design, in collaborazione con il Comitato Strategico di Prodotto presieduto dall’ingegner Piero Ferrari e la Direzione Engineering di Ferretti Group.

Il Riva El-Iseo, certificato dal RINA in Categoria B (certificazione raramente assegnata agli scafi open, sia per le dimensioni sia per la natura della barca) è motorizzato con un Parker GVM310 della statunitense Parker Hannifin da 250 kW di potenza (300 kW di picco) per  25 nodi di velocità di crociera e 40 nodi di velocità massima.

Il pacco batterie del Riva El-Iseo è composto da batterie al litio ad alta densità della Podium Advanced Technologies con una capacità 150 kWh e tensione di 800 V e due modalità di ricarica: normale e fast charging, che consentono di caricare dal 20% all’80% in 75 minuti.

Il Riva El-Iseo può navigare in tre modalità: Adagio, Andante e Allegro. Nella andatura Adagio la velocità massima è di 5 nodi e l’autonomia raggiunge le 10 ore. Nella modalità Andante le prestazioni sono quelle di un’imbarcazione con motore endotermico e la massima velocità in planata è di 25 nodi. Infine in modalità Allegro il Riva El-Iseo raggiunge la velocità massima di 40 nodi con la tipica accelerazione elettrica.

www.riva-yacht.com

Varato il primo Pershing GTX80

Varato il primo Pershing GTX80

Il primo Pershing GTX80 è stato varato a Fano lo scorso 3 aprile. Lungo circa 24 metri e con un baglio di 5,80 metri, il Pershing GTX80 è  il risultato della collaborazione fra il Comitato Strategico di Prodotto Ferretti Group, presieduto dall’ingegner Piero Ferrari, lo studio Vallicelli Design e la Direzione Engineering del Gruppo.

All’insegna della sportività e dell’ampia vivibilità degli spazi, con gli ambienti interni ed esterni che comunicano tra loro, caratteristiche tipiche della gamma GTX, il Pershing GTX80 si sviluppa su due ponti, uno sport bridge e offre quattro cabine doppie.

Prua quasi verticale, sheer-line continua leggermente convessa, impavesate di poppa ribaltabili che si trasformano in terrazze e plancetta di poppa che se portata a livello dell’area beach amplia gli spazi disponibili sono alcune delle caratteristiche del Pershing GTX80.

Altra particolarità, il sundeck di ben 23 metri quadrati di superficie che sul primo Pershing GTX80 è riparato da un hard top in tessuto di carbonio. La motorizzazione è composta da tre Volvo Penta IPS1350 da 1000 Cv e assicura la velocità massima di 34 nodi e una di crociera di 28 nodi.

www.pershing-yacht.com